Informazioni personali

Le mie foto
Milano, Milano, Italy
Sono specializzato in medicina del lavoro e opero come medico competente ai sensi del Decr. Leg.vo 81/08 e 106/09 per aziende principalmente a milano e in lombardia. Puoi accedere al mio sito professionale o al mio profilo linkedin i cui link sono riportati qui sotto. Consigli per la lettura del blog: in evidenza l'ultimo post; puoi leggere tutti i post cliccando sugli argomenti etichettati al fondo pagina oppure dall'archivio cronologico postato al fondo pagina. Il blog è per scelta, dignità e decoro libero da ogni forma di pubblicità diretta e indiretta. Si prega di non utilizzare i recapiti presenti in questo blog per l'invio di materiale pubblicitario. Ogni abuso sarà segnalato alle autorità competenti.

venerdì 13 aprile 2012

L'Idoneità di un Lavoratore Videoterminalista è solo un Problema di Occhi e di Vista?


Il comma 1 dell'art. 176 del D.Lvo 81/08 prevede che l'idoneità al lavoro a videoterminale (il lavoratore che utilizza il computer per almeno 20 ore complessive settimanali e per il quale vige l'obbligo della sorveglianza sanitaria, formazione, ecc.) non sia solo mirata ai problemi oculo-visivi ma anche ai rischi per l'apparato muscolo-scheletrico.
Quindi il medico competente non può limitarsi a considerare gli occhi e la vista ma dovrà mirare l'anamnesi e la visita medica anche ad eventuali disturbi ostearticolari della colonna vertebrale e del sistema spalla-braccio-avambraccio-mano.
Il medico competente quindi non può liquidare il lavoratore invitandolo ad andare dal proprio medico curante ma dovrà, se le problematiche non sono state affrontate dal lavoratore per proprio conto, approfondire la raccolta anmnestica, effettuare un esame obiettivo mirato e ricorrere anche ad eventuali visite specialistiche ed esami strumentali (ad es. Rx del rachide cervicale, RMN del rachide cervicale) per arrivare ad una diagnosi ed esprimere il giudizio di idoneità. 
Ad esempio un lavoratore videoterminalista, affetto da cervicobrachialgia che magari ricorre periodicamente a farmaci antidolorifici dovrà presentare, se già effettuati, gli esiti degli accertamenti eseguiti, altrimenti sarà il medico competente a dover affrontare la problematica. Nè appare corretta l'indicazione "vai dal tuo medico" e poi portami gli esiti.
L'idoneità infatti, in un lavoratore affetto da ernia discale sintomatica, sarà di un'introduzione di pause posturali di almeno tot minuti ogni tot ore di lavoro seduto fisso, ecc.

Il lavoratore infine, affetto dai disturbi esemplificativamente sopra esposti, può richiedere quindi al medico competente una visita di idoneità ex art. 41, comma 2, lettera c "visita medica su richiesta del lavoratore, qualora sia ritenuta dal medico competente correlata ai rischi professionali o alle sue condizioni di salute, suscettibili di peggioramento a causa dell’attività lavorativa svolta, al fine di esprimere il giudizio di idoneità alla mansione specifica". In sede di tale visita il medico competente effettuerà gli accertamenti integrativi del caso.

In conclusione l'idoneità del "videoterminalista", molto spesso banalizzata, è in realtà qualche cosa di più articolato e non è limitato al controllo degli occhi e della vista. Non solo, a differenza degli altri rischi, è proprio la normativa che ci dice cosa dobbiamo andare  a verificare ai fini dell'idoneità: occhi, vista, apparato muscolo-scheletrico.

Nessun commento: